Il modello utilizzato nella consulenza psicologica è L’analisi della domanda

La specificità della metodologia dello psicologo clinico consiste nel pensare, insieme con il cliente, le emozioni vissute entro la loro relazione ed usarle per costruire ipotesi di sviluppo del cliente stesso (R. Carli e R.M. Paniccia, 2003 e 2005) 

Il beneficio che il cliente trae da questo modo di intervenire dello psicologo è quello di non porsi in una relazione di dipendenza con il consulente, ma di riconoscere, insieme allo psicologo, le proprie competenze e svilupparle a beneficio di sé in relazione al contesto di appartenenza.

L’intervento psicologico diventa, allora, uno strumento che il cliente utilizza per incrementare efficacia e/o efficienza nel perseguimento dei propri obiettivi

“…l’obiettivo dell’intervento non è la risoluzione di un deficit dell’individuo nell’adattarsi all’ambiente, ma lo sviluppo della competenza delle persone a organizzare relazioni entro i propri contesti di riferimento (R.M.Paniccia, F. Giovagnoli, S. Giuliano: “Per una psicologia clinica dello sviluppo. La competenza a costruire contesti come prodotto dell’intervento” – in rivista di psicologia clinica n1 del 2008 ).