dottoressa maura falocco

Chi è lo Psicologo?

Nella legge del 18 Febbraio 1989, n. 56, istitutiva dell’Ordinamento professionale, all’art. 1 si legge: “La professione di Psicologo comprende l’uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità. Comprende altresì le attività di sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito”.

Lo psicologo è un professionista della salute e del benessere psicologico; egli è in grado di individuare e capire il problema che porta la persona che a lui si rivolge e di supportarlo nell’acquisizione di strumenti necessari al raggiungimento del benessere psicologico nei diversi contesti in cui vive (famiglia, scuola, lavoro…).

Lo psicologo è un laureato in psicologia (attualmente la formazione universitaria dello Psicologo è suddivisa in due fasi: di base – triennale e specialistica – biennale), abilitato all’esercizio della professione, quindi iscritto ad un ordine regionale degli psicologi. L’abilitazione è possibile dopo aver effettuato il tirocinio della durata di un anno e il successivo esame di stato che consente l’accesso alla professione.

Di cosa si occupa?

Lo psicologo è colui che è formato e preparato per promuovere il benessere psicologico dell’individuo, del gruppo e della comunità ed opera per migliorare la capacità delle persone di comprendere se stessi e gli altri. Lo psicologo opera sia nel settore privato (come libero professionista o esercitando in strutture private e/o convenzionate), che nel settore pubblico (Aziende U.S.L., Servizi socio-sanitari dei Comuni, Province, Regione ed altri Enti locali). Per accedere alle Aziende Sanitarie e ad Ospedali Pubblici occorre un’ulteriore specializzazione quadriennale. Ogni psicologo, nello svolgere la sua professione, è tenuto a seguire un codice deontologico. Esso consiste in una guida comportamentale che egli deve utilizzare nella pratica professionale, il cui scopo è quello di impedire di ledere la dignità o la salute di chi a lui si rivolge.

Quando rivolgersi?

Si possono rivolgere allo psicologo i singoli individui, i gruppi e tutti i gruppi sociali, le organizzazioni e le istituzioni. Ci si può rivolgere allo psicologo quando si avverte la necessità di una consulenza specialistica: quando si vive un momento di difficoltà, quando si vogliono affrontare problematiche relazionali e/o organizzative nei diversi contesti di vita (famiglia, lavoro, amicizie…)

Psicologalibera professionista, attualmente svolgo attività di Valutazione Esterna delle Istituzioni Scolastiche per Invalsi (Istituto nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di istruzione), partecipo alle attività del Centro di Servizi per l’Orientamento del Consorzio Universitario Humanitas, dove sono anche docente nel Master di Psicodiagnostica e valutazione e infine, ho partecipato alla realizzazione di progetti di prevenzione dei rischi in internet (progetto Safer Internet Centre). La scuola è la mia passione e per questo mi occupo della progettazione e consulenza di interventi di prevenzione e di educazione alla saluteprevenzione del disagio giovanile e orientamento professionale, lavoro da molti anni con adolescenti e insegnanti  per le scuole secondarie di primo, secondo grado e università, ho realizzato ricerche psico-sociali di analisi della cultura giovanile presso varie scuole della provincia di Roma e Perugia.

Sono stata consigliere dell’Ordine degli Psicologi della regione Umbria, responsabile regionale per la psicologia scolastica e rappresentante dell’Osservatorio permanente regionale per la legalità e il bullismo. Ho collaborato con la cattedra di Teorie e tecniche dei test di personalità presso la Facoltà di psicologia dell’Università di Roma “La Sapienza” partecipando alla costruzione di test per l’orientamento e alla costruzione e validazione di test cognitivi e di personalità.

Offro consulenza individuale e di gruppo nello studio a Frascati e Grottaferrata  rivolta a bambini, ragazzi e adulti, in prevalenza genitori e educatori.

Contattami


Inviando questo form acconsento al trattamento dei dati personali. D.lgs. n. 196 del 30 giugno 2003.